Senza categoria

Preoccupiamoci dell’ambiente e installiamo un cronotermostato

Generalmente nelle case moderne il costo deputato all’alimentazione energetica dei sistemi di riscaldamento durante il periodo invernale rappresenta sostanzialmente fino anche il 50% della spesa della bolletta energetica di una famiglia media. Perciò diciamo che è evidente dover avere assolutamente un modo per ottimizzare al massimo questo aspetto, non solo all’interno di una casa ma anche di un negozio o di un ufficio. Il rendimento di calore deve quindi essere ponderato anche per non sacrificare un clima confortevole. Ma non è solo una questione di costo, infatti regolare con precisione la temperatura negli stabili dove viviamo ci permette anche di preoccuparci in maniera attiva dell’ambiente. Di sicuro per ovviare a questo tipo di problematiche la migliore risposta che possiamo avere ce la danno proprio i cronotermostati.

Uno dei più grandi vantaggi che infatti possiamo ottenere da questo tipo di dispositivi che si utilizzano essenzialmente per ottimizzare la gestione degli impianti di riscaldamento sta nella precisione e nella regolazione. Grazie alla loro capacità di automonitoraggio possiamo andare a ridurre al minimo gli sprechi di energia e possiamo davvero dare una mano all’ambiente. I cronotermostati sono dispositivi che, concretamente, ci consentono di risparmiare sulle bollette energetiche in quanto possiamo avere con pochi tocchi il pieno controllo della caldaia e anche dell’impianto di riscaldamento. Inoltre l’installazione di un cronotermostato in casa ci permette di rilevare dei guasti al sistema idrotermico, guasti che possono essere uno spreco anche importante di energie. Per evitare tutti gli sprechi energetici al momento la normativa vigente nell’ambito dell’ Unione Europea prevede nel periodo invernale una temperatura di comfort che sia compresa tra i 19 e i 21 gradi Celsius.

Nel caso in cui vengano rilevati dei valori superiori a quelli previsti dalla normativa europea, otteniamo solo un inutile e costoso dispendio di energia. E’ bene in questo caso tenere presente che un solo grado superiore ai valori standard indicati può addirittura comportare a lungo termine dei problemi di salute legati ad un eccessivo riscaldamento degli ambienti.

Nelle ore notturne quando generalmente si va a dormire sarà opportuno andare a regolare la temperatura con valori inferiori a quelli previsti durante il giorno, perciò diciamo tra i 15 e i 17 gradi. Se volete ottimizzare il vostro riscaldamento cliccate sul link https://sceltacronotermostato.it/ .